Notizie dai giornali


Mario Adinolfi al convegno del Popolo della Famiglia elogia la figura di Boero e attacca Lega e M5s, poi la previsione: "Saremo l'ago della bilancia delle regionali"


Il voto del 26 maggio fa registrare tante disponibilità individuali, ma un contenitore unitario non c'è. In dicembre l'appello del cardinale Bassetti per «un futuro solidale ed europeo»


«Nel rispetto dell’indagine giudiziaria in corso, compresa la premessa che la colpevolezza è tale solo alla sentenza dell’ultimo grado di giudizio, il Popolo della Famiglia ritiene che quanto sta avvenendo sia la dimostrazione evidente di come siano state organizzate le logiche clientelari e non deontologiche dei vari responsabili della sanità Umbra degli ultimi anni», ha dichiarato il Prof. Giovanni Mazzotta, Eurocandidato umbro nella lista PdF – AP alle prossime elezioni del 26 maggio.


Il reddito di maternità è il caposaldo del programma elettorale del Popolo della Famiglia in vista delle elezioni del 26 maggio: Valter Boero spiega come funziona


Ben 15 liste sulla scheda per il rinnovo dell’europarlamento. In poche supereranno lo sbarramento. In circoscrizioni così grandi (oltre alla Toscana, Umbria, Marche e Lazio) occorre poter contare su tante preferenze per essere eletti. Nel centrodestra e nel centrosinistra le formazioni maggiori corrono da sole. Vediamo i candidati legati alla Toscana.


“Mi candido per rappresentare tutte le province delle Marche, nessuna esclusa”, questo ha dichiarato Fabio Sebastianelli, candidato marchigiano del Popolo della Famiglia-Alternativa Popolare alle elezioni europee e presidente del PDF delle Marche.


Una piacevole chiacchierata con il rivoluzionario Giancarlo Ricci: psicologo, ex giudice onorario presso il Tribunale per i Minorenni di Milano, saggista, psicoterapeuta, conferenziere, che a seguito delle sue scandalose dichiarazioni (i bambini hanno bisogno della mamma e del papà) è stato trascinato dalla nota lobby “nomonadonnanaspadadefoco” (leggasi lgbtqixyz) - davanti all’Ordine degli psicologi con un procedimento durato tre anni dal quale è stato assolto “per insufficienza di prove”. Quando sfidare il pensiero unico diventa/è un occasione per trasformare il male in bene.


Secondo i dati della Prefettura, Federica Lupi (Il Popolo della Famiglia) è l’unica candidata teramana alle Elezioni Europee 2019. Candidata nella Circoscrizione Italia Meridionale insieme al collega pescarese Diego Ciancetta, Federica è la Coordinatrice Provinciale del Popolo della Famiglia, e milita nel movimento fin dalla sua fondazione.


Il Popolo della Famiglia, presente alle Elezioni Europee 2019 in tutte le cinque circoscrizioni italiane, candida nella Circoscrizione Italia Meridionale Diego Amedeo Ciancetta. Nato a Pescara nel 1970, libero professionista nel campo dei servizi finanziari e della ristorazione, Ciancetta ha sempre vissuto a San Giovanni Teatino (Chieti), ed esercita nel Chietino e a Pescara, dove è molto conosciuto e apprezzato, anche per la sua decennale attività di volontariato nelle parrocchie e nelle associazioni cattoliche.


Anche il Popolo della Famiglia è pronto a correre per le europee del 26 maggio. I candidati siciliani de Il Popolo della Famiglia sono: Nicola Di Matteo; Elena Di Pietra; Salvatore Anello; la messinese Eleonora Pagano; Giambattista Montemaggiore; Fabio Nalbone .


Il progetto di legge con petizione popolare sul Reddito di Maternità sta raccogliendo consensi anche a Montefalco. A presentarlo, in diretta collaborazione con il Popolo della Famiglia, è il consigliere comunale di maggioranza (Forza Italia) Alberto Pizzi: “Le culle piene sono il vero e fondamentale investimento per il futuro di qualsiasi Paese. Ed è inutile parlare d’iniziative politiche per aiutare le famiglie se non partiamo dal riconoscimento economico diretto del ruolo della maternità come perno insostituibile per generare nuove cellule di una società che crede nel futuro e per questo disposta a importanti riforme.