Notizie dai giornali


Il progetto di legge con petizione popolare sul Reddito di Maternità sta raccogliendo consensi anche a Montefalco. A presentarlo, in diretta collaborazione con il Popolo della Famiglia, è il consigliere comunale di maggioranza (Forza Italia) Alberto Pizzi: “Le culle piene sono il vero e fondamentale investimento per il futuro di qualsiasi Paese. Ed è inutile parlare d’iniziative politiche per aiutare le famiglie se non partiamo dal riconoscimento economico diretto del ruolo della maternità come perno insostituibile per generare nuove cellule di una società che crede nel futuro e per questo disposta a importanti riforme.


La Notosondaggi ha scattato la fotografia del Piemonte al voto a tre settimane dalle elezioni. Due i verdetti. Il primo riguarda la corsa alla Regione Piemonte che vede in corsa Giorgio Bertola (Movimento 5 Stelle), Valter Boero (Il popolo della famiglia), Alberto Cirio (centrodestra) e Sergio Chiamparino, presidente uscente. Si profila un testa a testa all'ultimo voto.


Curare la disforia di genere negli adolescenti con la triptorelina: questo il protocollo attuato dal Professore Mario Maggi, Direttore del Servizio di Endocrinologia dell’Ospedale fiorentino di Careggi e che ha suscitato indignazione da parte del Circolo area fiorentina del Popolo della Famiglia che ha chiesto la revoca del protocollo in rispetto dell’elementare principio di precauzione.


Inaugurata il 7 aprile alla presenza del sindaco Massimo Gnudi e di una folla chissà, forse divisa tra il divertito e il disgustato, forse completamente entusiasta – non importa – la fontana di Luigi Ontani si erge davanti alla stazione dei treni di Vergato (Bo). «L’opera», leggiamo su Bologna Today, «rappresenta un fauno adulto (simbolo del fiume Reno) con un putto sulle spalle (simbolo del Torrente Vergatello) mentre la testa maestosa e severa di un vecchio Tritone (incarnante l’Appennino) si erge dal fondo della vasca circolare cingendo l’intera l’opera. Infine l’uovo su cui poggia il gruppo centrale è un riferimento al monte sacro Montovolo, caro all’artista».


Suscita polemiche la fontana dell’artista Luigi Ontani installata davanti alla stazione di Vergato


Si è aperta ieri a Milano il "4.20 Hemp Fest", la prima edizione della fiera internazionale dedicata alla Canapa. Musica, Arte, Cultura, Hemp Food, Talk e Dibattiti all’insegna dello slogan “io non sono una droga”. Secondi il Popolo della Famiglia cesenate "Si apre dunque con una menzogna, con il tentativo di confondere i piani: che certamente la canapa di per sé non sia una droga e che anzi possa essere una risorsa sotto tanti aspetti è vero (si pensi solo al tessile) ma non è altrettanto vero che la cannabis in generale non lo sia. Sdoganare l’uso delle droghe cosiddette leggere è una manovra pericolosa, grave e dai molti risvolti".


Il Canapisa ha invece "già vinto", secondo il Popolo della Famiglia di Pisa. "Non vedete - afferma la forza politica rivolgendosi direttamente alla Giunta - che la città è piena di cannabis? La trovate ovunque: nei cannabis shop, nelle farmacie, nelle tabaccherie. La vendono anche tramite i distributori automatici. Ai giovani che hanno un così facile accesso al mondo delle droghe, ci avete mai pensato? Canapisa ha già vinto. Ora vi muovete solo per la paura di perdere i voti. La droga può continuare a essere venduta indisturbata ovunque. I giovani possono essere addescati senza che nessuno faccia niente. Questa non è politica seria. È ipocrisia".“


"La progettazione del Parco della Salute deve tenere conto delle esigenze delle famiglie e del personale sanitario", ha detto il Prof. Valter Boero, Candidato Presidente della Giunta regionale del Piemonte per il Popolo della Famiglia, intervenendo al Convegno Parco della Salute, della Ricerca e dell’Innovazone di Torino, che ha avuto luogo a Torino ieri, martedì 30 aprile, al Centro studi San Carlo, in via Monte di Pietà 1.


Quella di Salvatore Iacobelli è stata un po’ la sorpresa di questa tornata di amministrative che a Perugia vede 10 candidati sindaco. Eppure, il Popolo della Famiglia si dimostra un movimento articolato anche in Umbria, capace di essere presente con la propria lista ed il proprio simbolo in tante città.


«È più forte di me, lo ammetto, – ha dichiarato Sabrina Bosu, Responsabile della Provincia di Roma per il Popolo della famiglia – non riesco a guardare tutto il male che ci circonda senza fare niente. Ho passato innumerevoli notti a chiedermi cosa avrei potuto fare, quale contributo avrei potuto dare, per cercare di arginare l’inondazione che vedevo abbattersi violentemente e inesorabilmente contro la famiglia e contro la vita umana, soprattutto la più fragile, quella dei bambini, degli anziani e dei malati. Poi ho incontrato il Popolo della famiglia ed ho scoperto che il luogo ideale per il combattimento della buona battaglia esisteva ed era ancora meglio di come avevo sperato.


“Con grande orgoglio siamo riusciti ad avere a Cesena, presso il Teatro Verdi, due personaggi di fama internazionale: Lou Bega e Shoek". A dirlo è Massimo Pistoia del Popolo della famiglia di Cesena. E’ un evento che porta con sè non solo musica, ma anche un messaggio: Liberi di essere, un messaggio che è al contempo testimonianza degli inganni delle dipendenze, droghe, alcool, gioco d’azzardo, pornografia che distruggono il giovane e lo porta a situazioni di degrado morale e fisico. Questo concerto è dedicato a quei giovani che, ingannati dalla propaganda materialista all’interno della quale la droga libera è parte integrante degli slogan di questo mondo che non guarda alla persona, ma mira a coinvolgerla in una dinamica di degrado in cui il concetto di libertà diventa mistificazione in una visione esistenziale priva di valori morali e di etica comportamentale, poiché tutto è lecito!! Sappiamo quali sono le forze politiche che agiscono su questi livelli, forze che si mascherano dietr