News dai giornali on line


Per la sicurezza nelle scuole, la rappresentate del Popolo della Famiglia di Ostuni interviene sulla sicurezza nelle scuole della Città Bianca.


"Il Reddito di Maternità sarà la prima proposta che il Popolo della Famiglia porterà nel prossimo Consiglio regionale": queste le parole del prof. Valter Boero, Candidato Presidente per il Popolo della Famiglia alle prossime elezioni regionali. "La proposta del Reddito di Maternità (1000 Euro al mese alle mamme casalinghe o che decidono di lasciare il lavoro per dedicarsi esclusivamente alla cura ed all’educazione dei figli) – sostiene Boero – sta riscuotendo grande interesse in tutta Italia ed è possibile sostenerla con una firma negli uffici comunali e nei gazebo che stiamo approntando in tutta le regione. Il nostro partito è ormai ben radicato in Piemonte ed offrirà a tutti i cittadini la possibilità di sottoscrivere anche le nostre candidature per le elezioni regionali ed europee".


“A Foggia il Popolo della Famiglia sarà presente con la propria lista di candidati e presenterà il proprio simbolo cercando, nei prossimi giorni, eventuali e praticabili collaborazioni con liste civiche e partitiche locali, che nutrono le stesse opinioni su temi prioritari quali la centralità della capsula familiare e lo sviluppo di una società sana, ispirata da valori cristiani, unico antidoto alla recessione industriale per un autentico sviluppo economico rispettoso dell’etica e dell’equità”. Così esordiscono attraverso una nota stampa per poi annunciare: “Il Popolo della Famiglia accetta la sfida elettorale delle prossime amministrative schierando direttamente il referente foggiano in persona, l’avvocato Christian Padalino.


Prima c'è poi non c'è. Infine: presto ci sarà. Il candidato sindaco del Popolo della Famiglia per le elezioni amministrative a Capannori è ancora da trovare. Doveva essere presentato oggi (10 gennaio) all'Hotel Le Ville dove però nonostante l'annuncio non è emerso ancora alcun nome. Prima di tutto mancava il dirigente nazionale del movimento, Mirko de Carli, assente per motivi di salute ma la cui presenza era annunciata. Al tavolo erano comunque presenti Mauro Domenici, coordinatore provinciale e Ilaria Giurlani, candidata in lista per le comunali e per le europee i quali però hanno chiarito di non avere un nome da annunciare.


Soldi a chi fa figli e li cresce: è la richiesta del Popolo della Famiglia al Comune di Massa, attraverso una petizione già iniziata. I dati Istat aggiornati al 2017 circa nascite e decessi parlano chiaro: a Massa in quell’anno – spiega il PdF – a fronte di 425 nascite ci sono stati 774 decessi, con un saldo naturale di -349 vite, il terzo dato peggiore dal 2002. Occorrono provvedimenti mirati alla natalità, un sostegno concreto alle famiglie affinché possano ricominciare a ripopolare la nostra città e tutte le città della nostra Nazione che di questo passo con un saldo sempre negativo, sta estinguendosi».


Il Popolo della Famiglia, nella persona del coordinatore nazionale Alta Italia Mirko De Carli, esprime delusione per la scelta di Beppe Grillo di schierarsi con il prof. Burioni paladino dell’obbligo vaccinale di Stato: “Con questa scelta si conferma l’incoerenza del Movimento 5 Stelle che in campagna elettorale dice una cosa per raccattare voti poi al governo fa l’esatto opposto”.


Attentato incendiario stanotte intorno alle 5: ignoti hanno appiccato fuoco al portone della chiesetta di San Rocco in corso Bettini a Rovereto, imbrattando il muro con la scritta «I veri martiri sono in mare». L'attacco ha provocato per fortuna solo danni al legno, e il rogo non si è esteso all'interno, ma il fumo ha danneggiato gli intonaci ed alcune opere d'arte custodite nel tempio. Probabilmente si è trattato di una bottiglia molotov lanciata contro la chiesa. La chiesa era stata al centro delle polemiche pochi giorni fa perché le «Sentinelle in piedi» vi avevano allestito un presepio con decine di finti feti umani disseminati sul cammino dei Re Magi intitolandolo «La strage di Erode». Indagano i carabinieri e la polizia della città della Quercia.


Il Popolo della Famiglia è in campo da fine novembre con la raccolta delle firme necessarie per presentare la lista: i dati sono davvero incoraggianti e diverse realtà regionali si stanno attivando in queste ore per darci il loro sostegno. Saremo l’unico partito presente col proprio simbolo sulla scheda elettorale che fa esplicito riferimento a una visione della casa comune europea saldamente ancorata alle radici cristiane proprie del nostro continente.


Il Popolo della Famiglia Abruzzo, con Mirko De Carli, critica la scelta pro-vax di Grillo, e continua la battaglia per la libertà vaccinale: “La scelta di Grillo di aderire al manifesto di Burioni, conferma l’ambiguità dei grillini sul tema critico dell’obbligo vaccinale”


Il POPOLO DELLA FAMIGLIA della Prov. di Taranto si incontrerà a Palagiano (Ta) sabato 12 gennaio alle 17,30 presso il Bar Crival per discutere del problema della denatalità che affligge la provincia tarantina e domenica 13 gennaio alle 11,30 in Piazza Vittorio Veneto dove verrà allestito il banchetto informativo per la raccolta firme per la petizione di legge popolare “ ISTITUZIONE DELL’ INDENNITÀ’ DI MATERNITÀ’ PER LE MADRI LAVORATRICI NELL’ESCLUSIVO AMBITO FAMIGLIARE” .


Il Popolo della Famiglia di Lucca ha comunicato ufficialmente, durante la conferenza stampa di oggi pomeriggio presso l'Hotel Le Ville di Lammari, di scendere in campo con una propria lista per le prossime elezioni amministrative del Comune di Capannori. Sarà una lista con un proprio candidato sindaco. In questi giorni si sta valutando un ventaglio di candidature che sono rappresentative dei valori che hanno dato vita al Popolo della Famiglia, persone della società civile che si vogliono dedicare ad un impegno di amministrazione pubblica al servizio della persona, della famiglia e della vita.