News dai giornali on line


Il Popolo della Famiglia propone di erogare un bonus da mille euro al mese per tutte le donne che rinunceranno al lavoro per dedicarsi completamente ai figli. La proposta è stata depositata alla Corte Suprema di Cassazione dal movimento di Mario Adinolfi il 9 novembre; quindi, il giorno dopo è comparsa in Gazzetta Ufficiale. Per essere esaminata dalle Camere è necessaria la sottoscrizione da parte di 50mila cittadini; la raccolta firme è in corso e non terminerà prima del 9 aprile 2019.


Il Popolo della Famiglia di Imperia chiede la chiusura dei negozi di cannabis light in questi giorni di shopping natalizio: “Riteniamo grave che sul nostro territorio nei giorni dedicati all’acquisto di doni per il Santo Natale facciano affari d’oro esercizi commerciali che vendono cannabis seppure nella versione sedicente ‘light e legale’. Una recentissima attività di perquisizioni a tappeto nei sedici negozi di cannabis light di Forlì e provincia ha dimostrato che in questi negozi si spaccia sostanza illegale arrivando al sequestro di infiorescenze per oltre 750mila euro di valore. Invitiamo la Guardia di Finanza e le forze dell’ordine a operare in questo senso anche sul nostro territorio, almeno per salvaguardare il senso della festa che tradizionalmente riguarda la famiglia e i bambini”.


È stata appena emendata la Legge regionale di bilancio che prevede il rimborso delle spese mediche veterinarie per chi adotta animali; i Consiglieri Squarta (FdI) e Casciari (PD), che hanno proposto, votato e fatto votare l’emendamento, hanno giudicato l’iniziativa come un provvedimento di grande civiltà. “Se questo è un criterio con cui misurare il livello di progresso normativo di una comunità, non avremmo dubbi nel ritrovare questi stessi Consiglieri, fra i più convinti sostenitori al disegno di legge sul reddito di maternità che il Popolo della Famiglia sta portando avanti”, ha dichiarato Marco Sciamanna, Presidente del PdF Umbria.


In un mercoledì di metà dicembre spunta un banchetto piccino e solitario, ai piedi della Cattedrale di Altamura (BA), in cui campeggia un simbolo blu, con dei bambini che si tengono per mano ed un monito: “No gender nelle scuole”. Il movimento è Il Popolo della Famiglia, nato nel marzo 2016 senza – ad oggi – avere raccolto molte fortune politiche. L’idea è di Mario Adinolfi, giornalista, ex parlamentare delle fila PD, e noto giocatore di poker. Un personaggio travagliato, che ha fatto del radicalismo cattolico la sua ideologia civica e di società. Eppure è stato abbastanza roboante come icona. Divorziato e risposato a Las Vegas, conduttore RAI, ma anche di Radio Vaticana, Radio Maria. Ha scritto per il quotidiano cattolico Avvenire, e nel 2005 sosteneva alla Regione Lazio Piero Marrazzo, lo stesso che anni dopo si sbottonò: “I trans sono donne all’ennesima potenza.” Adinolfi è contro l’uso dei contraccettivi, aborto, eutanasia, ed il suo account Facebook è stato più volte sospeso.