Blog del Popolo della Famiglia

Mario Adinolfi: buchi e buche

18/03/2019 - Mario Adinolfi
Visite: 92
whatsapp

Leggo i dati dell’Osservatorio Legalità su Roma e la droga: 100 piazze di spaccio; San Basilio, Tor Bella Monaca, Montespaccato, Romanina, Nuova Ostia, Tufello e Laurentino 38 che sono come Scampia, supermercati degli stupefacenti aperti 24 ore su 24. Tonnellate di marijuana, cocaina, eroina, Mdma, ketamina. Ora a Torpignattara e San Lorenzo è arrivata la “droga rossa”, detta anche “droga di Hitler” perché conduce dritti alla pazzia. Un fiume di follia che in base all’idea che drogarsi tutto sommato è un diritto, viene arginato sempre meno: 3.6 tonnellate di marijuana sequestrati nel 2017, la metà nel 2018; 61 kg di droghe sintetiche sequestrate nel 2017, solo 3.6 kg nel 2018. Cocaina e eroina sono invece un fiume talmente in piena che anche i sequestri aumentano. Questa roba viene consumata a Roma da centinaia di migliaia di persone, in prevalenza ragazzi. I nostri figli. E facciamo finta di nulla. Lo sappiamo e invece di mandare i blindati nelle piazze di spaccio conosciute e censite, facciamo come se fosse un commercio come un altro. Roma mia muore di buchi e l’allarme è sulle buche. Siamo fatti così ormai. Giampaolo Cioffredi, a capo dell’Osservatorio Legalità spiega: “L’età dei consumatori si è abbassata fino ai 12-13 anni. Il prezzo dell’eroina è a prova di paghetta, l’eroina si trova anche a 5-10 euro. Danno loro la cannabis o gli oppioidi sintetici, dopo due settimane rifilano loro l’eroina”. ieri sulla Ostiense un ragazzo di 33 anni, alla guida drogato, ha mandato all’ospedale in gravi condizioni una mamma e due bimbe di 10 e 13 anni. Una delle tante di notizie di cui nessuno si accorge. La droga della pazzia è in circolo ovunque. E noi procediamo a occhi bendati, volutamente.