Mario Adinolfi: Diario di una campagna a febbraio - 1° giorno (Elezioni Suppletive della Camera dei Deputati Roma 1° marzo 2020)

01/02/2020 - Mario Adinolfi (343 visite)

Il 1 febbraio è cominciato di notte, subito dopo la riunione di coordinamento con Nicola e tutti gli amici del Popolo della Famiglia di Roma, senza i quali semplicemente non potrei neanche pensare di sfidare il solito Golia, stavolta con le fattezze del ministro dell'Economia, Roberto Gualtieri. Alla riunione ci siamo detti tante cose sulle azioni da compiere, le modalità di attraversamento del territorio, i luoghi dove incontrare le persone che potranno votarci il 1 marzo. I dettagli non ve li darò certo qui in questo diario, nessun vantaggio agli avversari. Vi basti sapere che c'era tanta di quella carne al fuoco che ho dovuto passare la notte a lavorarci.

Non sono stato l'unico evidentemente, di mattina è subito arrivata l'email con foglio Excel di Alessandra, sempre precisissima e riesce a usare l'evidenziatore giallo fluo anche su un elenco elettronico, io non imparerò mai. E Bruno mi ha inviato un altro gruppo di singoli da lui contattati, che bravo Bruno, quanto cuore sta mettendo nel darmi una mano. Ogni tanto mi inoltra anche qualche messaggio che i suoi interlocutori gli inviano, lo fa per scaldarmi il cuore. Messaggi whatsapp del tipo: "Telefonate a Xxxxx che è il Procuratore Generale dell´Associazione dei Laici. Il suo numero è: 3337xxxxxx. Un abbraccio forte!!! Noi siamo con Dott. Mario Adinolfi!!! Pregherò per lui e per le sue intenzioni". Insomma, cominciano a conoscerci e a qualcuno siamo simpatici a quanto pare.

Un ex senatore mi manda di prima mattina il testo di una sua dichiarazione, sul web qualche ora dopo vedo che è uscita sulle agenzie, è bella: "Viviamo in un mondo sempre più scristianizzato, nel quale i principi non negoziabili sono in crisi. Tra di essi la difesa della vita, sacra dal momento del concepimento sino alla fine naturale, la sacrosanta tutela della famiglia naturale composta da un uomo ed una donna. Oggi più che mai abbiamo bisogno, da credenti, di politici che nelle sedi istituzionali sappiano e vogliano portare senza timore, i valori cristiani. Ho avuto modo di apprezzare anche attraverso i media, le battaglie condotte dal noto giornalista Mario Adinolfi, direttore del quotidiano La Croce e fondatore del Pdf. Tra queste battaglie è importante quella relativa al reddito di maternità. Fatta questa premessa, ritenuto che sia giunto il momento che coloro che si riconoscono nei valori cristiani e nella dottrina sociale cerchino una leale epositiva collaborazione, esprimo incoraggiamento ed apprezzamento personale alle proposte elettorali di Mario Adinolfi, sottolineando con immenso piacere i valori comuni". Anche Giulio non è del Popolo della Famiglia, guida un'altra associazione, ma ha scelto di stare con noi in questa campagna elettorale nel collegio 1 di Roma per la Camera dei Deputati. Si dà molto da fare e sono appena le nove di mattina e ha già fissato una raffica di incontri per la prossima settimana, di cui mi chiede conferma della disponibilità. Come potrei non dargliela?

Oggi ho l'Università della Politica, è la prima volta che incontro una classe del modulo avanzato, non sono tutti romani, Maria e Andrea arrivano dalla Toscana, Rita dalla Campania, ma ci sono Nicola e Guido, Silvio e Anna, la dolce Eleonora e persino Clara mia figlia che non so perché è voluta venire a fare l'allieva e prende pure valanghe di appunti dall'ultima fila in cui si è andata a sedere. Siamo a piazza del Gesù, nel cuore del cuore del collegio elettorale, ma è anche il crocevia di tanti di quei fatti storici...già, la storia è oggi oggetto del nostro modulo specialistico, un volo attraverso migliaia e migliaia di anni in otto ore di full immersion. Anna in prima fila, solida e attenta, pensa probabilmente che io sia un mezzo squinternato mentre mi attardo su Jacopone da Todi, sull'iscrizione di Marco Agrippa sulla facciata del Pantheon, sulla cupola ottagonale del Maderno che rende così particolare la chiesa del Gesù, sul partito dell'Uomo Qualunque, sulla mummia Otzi, sul cadavere di Aldo Moro lasciato lì proprio a cento metri da dove stiamo parlando. Che macedonia, che zibaldone, però poi le ragazze del corso proprio con Anna in testa mi fanno contento quando mi dicono che uscendo per la pausa pranzo hanno alzato lo sguardo e forse visto effettivamente per la prima volta la straordinarietà della cupola della chiesa del Gesù, che poi non è altro che una delle 59 parrocchie del nostro collegio elettorale.

Andremo a visitarle tutte. Abbiamo ventisei giorni di tempo a partire da domani. La squadra che abbiamo messo su è consistente e dedita. Il sempre prezioso Angelo si è già fatto mandare i cap (codici di avviamento postale) del collegio così da poter individuare più agevolmente gli effettivi elettori da contattare. Luciano anche oggi ha mandato un comunicato stampa e c'è pure qualche testata che l'ha ripreso. Piero mi manda una musica su cui dovrei scrivere un testo, non so se sono in grado. Ma Nicola mi ha inoltrato una locandina di una iniziativa, non so davvero dove l'abbia trovata, che terrò al quartiere Flaminio (sì, anche il Flaminio fa parte del collegio elettorale) il giorno degli innamorati, il 14 febbraio: è dedicata a Maria. Ecco, con l'aiuto di Maria, tutto si può fare.