Mario Adinolfi: Diario di una campagna a febbraio - 7° giorno (Elezioni Suppletive della Camera dei Deputati Roma 1° marzo 2020)

08/02/2020 - Mario Adinolfi (177 visite)

Primo giorno di volantinaggio personale per strada, come è giusto che sia accade di venerdì, giorno di passione. Le persone si fermano volentieri, mi riconoscono, noto una simpatia diversa rispetto ad altre campagne elettorali. Da quattro anni batto Roma palmo a palmo per il Popolo della Famiglia: qui abbiamo già fatto le comunali nel 2016 con tutte le municipali annesse, poi Ostia, le politiche 2018, le europee 2019 e due municipali suppletive perché le giunte grilline sono saltate per aria per la loro solita incapacità. Il 1 marzo, quando si voterà per le suppletive Camera, saranno esattamente quattro anni di volantinaggi per il PdF, dall’assemblea fondativa del movimento al Palazzetto delle Carte Geografiche di via Napoli l’11 marzo 2016.

Da allora abbiamo riempito tanti luoghi simbolo di Roma, persino il teatro Eliseo in un’assemblea nazionale del 2018 che tutti portiamo nel cuore. Vista la grande e diversa simpatia che percepiamo per strada abbiamo azzardato due iniziative che voglio sottolineare: il 14 febbraio pomeriggio nella libreria dell’Auditorium Parco della Musica nel cuore del quartiere Flaminio per una testimonianza mariana non slegata dalla festa degli innamorati; il 22 febbraio alle 12.30 alla storica Sala Capranichetta del Rione Campo Marzio, con l’evento più politico di chiamata a raccolta degli amici nell’ultimo sabato di campagna elettorale.

Per chiunque voglia dare una mano poi ricordo che il sabato faremo due banchetti in Rione Prati a piazza Mazzini e a piazzale degli Eroi dalle 14, per domenica sono previsti ben cinque banchetti di propaganda nel collegio: quattro mattutini in piazza dei Quiriti, piazza della Balduina, via Giuseppe Ferrari e via Lucilio più uno pomeridiano dalle 14 nel Rione Testaccio in piazza Santa Maria Liberatrice, dove c’è la statua della Madonna che più amo e che a maggio viene portata in processione per le vie del quartiere, il mio quartiere, quello in cui sono cresciuto e che mi candido a rappresentare alla Camera dei Deputati in nome e per conto del Popolo della Famiglia e delle altre forze che con noi si accingono a combattere la buona battaglia.