Mario Adinolfi: Diario di una campagna a febbraio - 22° giorno

22/02/2020

 Lo storico bandierone del Popolo della Famiglia quasi si perdeva applicato a una parete della Sala Capranichetta. Oggi l’iniziativa di campagna elettorale a piazza Montecitorio per il voto di domenica 1 marzo è andato oltre il significato della mera propaganda. Per la prima volta da un palco del PdF abbiamo sentito parole di sincero sostegno, di volontà di collaborazione fraterna da parte di tanti amici provenienti da realtà diverse: Unione Cristiana, Solidarietà, Uniti per l’Italia, Convergenza Cristiana, Cambiamo Insieme. Stiamo costruendo una casa per molti e il risultato di questo voto per la Camera segnerà l’inizio di un percorso aggregativo a cui non si potrà più sfuggire. Uniti siamo più forti e aprire uno spazio politico per le nostre istanze diventa un obiettivo praticabile già dal 1 marzo. Commovente il lavoro dei pidieffini che hanno presso i mezzi anche da lontanissimo per arrivare a Roma per questo appuntamento. Hanno assistito in compenso a un momento fondamentale della nostra storia.