Candidati elezioni europee 26 maggio 2019 del Popolo della Famiglia - Alternativa Popolare

Katia Acquaviva

247 whatsapp   

Una donna, ma soprattutto una mamma. Un valore aggiunto che potrebbe dare una marcia in più alla monopolitana Katia Acquaviva, in corsa per le Elezioni Europee 2019 assieme a Mirco rnFanizzi per il Popolo della Famiglia che, intervistata in esclusiva rndalla nostra redazione di “The Monopoli Times”, spiega il perché della rnsua candidatura.


Cosa ti ha spinto ad entrare in politica e a farlo in prima persona con la candidatura alle Europee?
Innanzitutto grazie della possibilità che mi dai di rnincontrare virtualmente i tuoi lettori. A spingermi ad entrare in rnpolitica con la candidatura alle Europee sono state alcune riflessioni rnfatte in questi anni di azione politica con il Comitato ReVolution. rnRaramente si riesce a trovare persone che abbiano voglia di fare un rnpercorso civico, di essere servi del Cittadino e delle loro necessità e rnnon utilizzare i Cittadini – elettori come servi, utili quando devono rndarti la preferenza e poi dimenticarsi di loro e dei loro bisogni, rnmotivi per cui ti hanno conferito l’incarico. Se sarò eletta, con il 50%rn dello stipendio istituirò un fondo che servirà da un lato ad aiutare lern famiglie dei meno abbienti, pagando loro le bollette arretrate, il rncanone di affitto, una visita medica specialistica o qualche altra formarn di aiuto concreto. Dall’altro valuterò dei progetti per abbellire la rnCittà e regalare ai Cittadini delle aree verdi, dei parchi giochi, una rnsala cinema per i bambini degenti al San Giacomo o quello che di volta rnin volta mi entusiasmerà».

rn

rn

Perché hai scelto di candidarti per il Popolo della Famiglia?
rn
«Ho scelto di candidarmi nel Popolo della Famiglia perché rnsono cristiana e ritengo che la Politica abbia bisogno di recuperare e rnpromuovere i valori della cristianità, visto che l’eccessiva rnlaicizzazione ha portato a trattare le persone come numeri perdendo di rnvista che hanno sentimenti, storie ed amori. Bisogna umanizzare rnnuovamente la Politica e bisogna farlo di certo dall’Europa che più che rnunione di Popoli è oggi percepita come una burocratica unione di rninteressi e denaro che favorisce solo in più forti. Per concludere rnperché durante le Amministrative del 2018 è nata una sana amicizia con rnMirco Fanizzi che del Popolo della Famiglia è il referente regionale e rnquando me lo ha chiesto, anche per fare qualcosa di concreto a difesa rndei diritti a difesa dei diritti di mio figlio e dei figli di noi tutti,rn non ho saputo dire no».

rn

rn

Perché votarti?
rn
«Perché votarmi è semplice ed in parte ho già risposto. Nonrn sono una politica di professione e non voglio neppure esserlo ma ho rnl’umiltà di propormi come vostro tramite per far sentire in Europa le rnvostre necessità, i vostri progetti, la vostra voce. Ho una serie di rnidee che sto quotidianamente esponendo sulla mia pagina Facebook che rnvanno dalla tutela ambientale al sociale, senza dimenticare lo sviluppo rnsostenibile. Per concludere chi può rappresentare al meglio il reddito rndi maternità se non una Mamma che lavora per esso? Una Mamma che vuol rnessere la tua voce in Europa».

Fonte: http://www.monopolitimes.com/2019/05/16/katia-acquaviva-una-monopolitana-in-corsa-per-le-elezioni-europee-2019/