Mario Adinolfi a mattino cinque - 9 aprile 2019 su Utero in affitto

Il single gay che ha sbandierato oggi a Canale 5 il figlio ottenuto tramite utero in affitto ammette che lui stesso inizialmente reagì male quando una coppia omosessuale gli raccontò di aver ottenuto figli così, credeva fosse una pazzia. Dice che poi una psicologa gli ha spiegato che reagiva così male perché un figlio era il suo desiderio. Già, il solito desiderio di un adulto, da far pagare a un bambino scientemente privato del diritto ad avere una mamma. Non ho concesso attenuanti e ho battagliato con questa persona, in diretta e senza concedere sconti: se si fa propaganda a un reato zeppo di violenza non si può restare su frasi di circostanza. Si va in battaglia. Qui una sintesi dello scontro televisivo.

whatsapp